Post in evidenza

Roma, 3 Nov. 2018: 2° convegno nazionale e corso ECM sul metodo osteointegrazione

A Novembre 2018 ho voluto presentare alla Sanità dello Stato italiano e per la seconda volta (dopo Milano – Marzo 2018) il metodo osseointegration. Tutto questo è stato possibile grazie al supporto della Fondazione europea AOFE di cui sono ambasciatore, al Medico e responsabile scientifico Hendrik Van de Meent (presidente AOFE), al Dottor Gerben Van Hinte, al Sig. Barry Van Boekel (segretario AOFE), alla Signora Dicky De Best (tesoriera AOFE), al Progetto europeo MyLeg rappresentato e coordinato dalla Professoressa Raffaella Carloni, alla Dottoressa Giulia Chiara Castiglioni, alla Dottoressa Monica Marinoni, al Dottor Emanuele Albanito, all’ospedale pubblico e centro di ricerca dei Paesi Bassi Radboudumc, e alla Federazione FIOTO.

Il convegno ha consentito a molti pazienti in difficoltà sul fronte del cammino a causa di un’amputazione e a molti medici / tecnici / ricercatori / ingegneri di tutta Italia, di conoscere a fondo i vantaggi e svantaggi dell’OI, il concetto di “indicazione” e “buona candidabilità”, il rapporto dell’OI con lo sport, il futuro dell’OI associato a nuove scoperte / studi in fase di sviluppo in molte università e cliniche nel resto del mondo.

Questo convegno, insieme a quello di Milano, ha consentito, previo altre valutazioni e incontri tecnici che si sono succeduti, il riconoscimento del metodo solo nell’anno 2019 in Regione Lombardia ed Emilia Romagna da parte della Sanità pubblica. Metodo che esiste nel resto d’Europa da oltre vent’anni.

Il nostro parlare del metodo in Italia, prendendo spunto dalla mia personale esperienza vissuta all’estero dopo due anni in sedia a rotelle non riuscendo a deambulare con una protesi standard, ha oggi permesso ai pazienti italiani in difficoltà di potersi rivolgere agli ospedali del nostro Paese capendo se possono anche loro ottenere un miglioramento qualità di vita in Italia.

Allego alcune immagini del convegno, locandina e brochure.

Seguite le mie / Nostre future attività anche attraverso i social Twitter, Instagram, Facebook, YouTube e LinkedIn cercando “AOFE Italia”.

Incontro tra AOFE Italia, Centro Protesi Inail, UNIBO e Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna

Dicembre 2019 ha previsto un workshop per scambio informazioni tecniche circa la componentistica delle protesi d’arto osteointegrate presso il Centro Protesi Inail di Vigorso di Budrio. Hanno partecipato all’incontro: la sezione italiana della Fondazione europea di Osteointegrazione AOFE rappresentata da Alessio Manzoni ; l’ingegnere olandese Tomas Van de Meent ; l’Equipe di tecnici e ingegneri dell’Università Alma Mater Studiorum di Bologna ; i medici dell’Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna e l’Equipe tecnica dell’INAIL Centro Protesi. #osseointegration #osteointegrazione #aofe #aofeitalia

Prima tesi italiana in fisioterapia sull’Osteointegrazione degli arti amputati e con lode.

“Il regalo più grande che puoi fare ad un altro non è condividere le tue ricchezze, ma fargli scoprire le sue”..e quale più nobile inizio di tesi sull’Osteointegrazione per meritarsi 110 e lode ?! 
Martina Barozzi si è laureata in fisioterapia analizzando il mio caso clinico e attraverso i dati scientifici condivisi dalla Fondazione europea AOFE di cui sono ambasciatore per l’Italia.
Sede universitaria: Università degli Studi dell’Insubria di Varese.
Ospedali di riferimento per raccolta dati: Radboudumc di Nijmegen (NL) ; Asst dei Sette Laghi di Varese.

2a Tesi italiana sull’osteointegrazione.

La seconda tesi di laurea italiana sull’Osteointegrazione degli arti amputati. 
Questa volta il corso è stato in Tecniche Ortopediche e anche qui AOFE ha svolto il suo compito di sensibilizzazione sul Tema e di supporto con dati concreti per la stesura della tesi ; che entra anch’essa negli archivi culturali e scientifici del Nostro Stato italiano. 
Inoltre, l’intervista al fine di conoscere l’esperienza e il miglioramento qualità di vita a tre pazienti italiani osteointegrati, è stata di grande aiuto. I pazienti sono stati: 
Alessio Manzoni (OI nel 2017 transfemorale e plessoleso), Marcello Dipierri(OI nel 2017 transfemorale bilaterale), Maria Cristina (OI nel 2019 transfemorale e plessolesa).
I Nostri più calorosi complimenti al neolaureato Roberto Albanito presso Università degli Studi di Milano

#aofe #aofeitalia #cultura #laurea #amputazione #alessiomanzoni#osteointegrazione #osseointegration #università #scuola #trauma#malattia #milano #regionelombardia Regione Lombardia

Convegno ECM, Osteointegrazione – Milano, 19 Ott. 2019

Il prossimo incontro con AOFE e l’Ambasciatore italiano – Osseointegration Testimonial Alessio Manzoni, è previsto per sabato 19 Ottobre presso ( ISTITUTO PALAZZOLO FONDAZIONE DON GNOCCHI – VIA DON LUIGI PALAZZOLO 21, MILANO. ORE 8,30 ).
Convegno ECM:
“Saper ascoltare l’amputato: Il suo punto di vista”. 

Di seguito il programma della giornata (da scaricare attraverso il link) e info:

https://www.dongnocchi.it/news-ed-eventi/@eventi/al-palazzolo-convegno-ecm-saper-ascoltare-lamputato?fbclid=IwAR1lvHKKi4v3EywVvTAgoqJ2bJ_f4UrWezyvjpDJWfQBIfqLxwJvieZD4JY

Primo corso ECM / convegno italiano sul metodo osteointegrazione degli arti amputati

Legnano (MI): oggi, grazie all’aiuto di Ortopedia Albanito, il patrocinio APLI, FIOTO, 2NOVE9 e INLAB, ho presentato insieme ai medici della Fondazione europea AOFE che rappresento in Italia, il metodo osteointegrazione. Il convegno si è rivolto a pazienti amputati che hanno grosse difficoltà a camminare, fisiatri, fisioterapisti, medici chirurghi, studenti e terapisti occupazionali.